Home » News

News

Aggiornamenti sull'attivazione del SISTRI

È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 147 del 26 giugno 2012 (Supplemento Ordinario n. 129) il Decreto Legge 22 giugno 2012 n. 83, “Misure urgenti per la crescita del Paese” (Decreto Sviluppo). L’art. 52 (“Disposizioni in materia di tracciabilità dei rifiuti”) proroga il termine di entrata in operatività del Sistema SISTRI, a data da fissare con decreto del Ministro dell’ambiente. Il SISTRI è sospeso fino al compimento delle necessarie verifiche sulla corretta funzionalità del sistema stesso e comunque non oltre il 30 giugno 2013. I soggetti interessati rimangono comunque tenuti agli adempimenti di cui agli articoli 190 (registro di carico e scarico) e 193 (FIR) del DLgs 152/2006 (Testo Unico Ambiente) ed all'osservanza della relativa disciplina, anche sanzionatoria, vigente antecedentemente all'entrata in vigore del decreto legislativo del 3 dicembre 2010, n. 205. È, altresì, sospeso il pagamento dei contributi dovuti dagli utenti per l'anno 2012.

commenti (0)

Semplificazione e riduzione controlli per le aziende certificate

E' entrata in vigore il 7 aprile la Legge n. 35 del 2012, recante"Disposizioni urgenti in materia di semplificazione e di sviluppo".
Il provvedimento, pubblicato nel Supplemento Ordinario n. 69 alla Gazzetta Ufficiale del 6 aprile 2012 n. 82, prevede all'articolo 14, tra i criteri con cui la Pubblica Amministrazione semplificherà l'attività delle imprese, anche mediante riduzione o eliminazione di controlli, il possesso della Certificazione per il sistema di Gestione Qualità (ISO 9001), rilasciata sotto accreditamento.
commenti (0)

Le novità relative al D.lgs 23pagina/01 previste dalla Legge 183/2011

La “legge stabilità” 183/2011, pubblicata in gazzetta ufficiale il 14 novembre scorso, contiene fra le altre cose un aggiornamento relativo all’obbligo di vigilanza sui Modelli Organizzativi Aziendali per prevenire i reati presupposto per la responsabilità amministrativa. Infatti, all’interno dell’articolo 14 - Riduzione degli 
oneri amministrativi per imprese e cittadini - viene inserita una modifica all’articolo 6 del decreto legislativo 8 giugno 2001, n. 231, in cui viene aggiunto il comma 4-bis, che recita "Nelle società di capitali il collegio sindacale, il consiglio di sorveglianza e il comitato per il controllo della gestione possono svolgere le funzioni dell’organismo di vigilanza di cui al comma 1, lettera b)». I poteri di vigilanza possono essere dunque affidati al collegio sindacale, al consiglio di sorveglianza ed al comitato di controllo della gestione. 
commenti (0)

Sicurezza - Pubblicati i testi degli accordi sulla Formazione

Pubblicati in Gazzetta Ufficiale n. 8 dell’11 gennaio 2011 gli Accordi Stato-Regioni in merito alla formazione per Datori di lavoro Rspp, lavoratori, preposti e dirigenti. I testi, sono stati approvati lo scorso 21 dicembre nel corso della riunione della Conferenza permanente per i rapporti tra Stato, le 
Regioni e Province autonome di Trento e Bolzano.
Datori di lavoro - RSPP
Per i datori di lavoro che vogliano svolgere la funzione di RSPP, il primo accordo prevede una formazione che va dalle 16 alle 48 ore, da adeguare “alla natura dei rischi presenti nel luogo di lavoro e relativi alle attività lavorative”. I corsi dovranno essere articolati in quattro Moduli: Normativo- giuridico, Gestionale, Tecnico, Relazionale. L’utilizzo delle modalità di apprendimento e-learning è consentito per il Modulo 1 (normativo) ed il Modulo 2 (gestionale), per la formazione iniziale e per tutto l’aggiornamento. L’aggiornamento, previsto con cadenza quinquennale, viene articolato con riferimento al livello del rischio (6, 10 o 14 ore). 
Lavoratori, dirigenti e preposti 
Per i Lavoratori nel secondo accordo è prevista una formazione generale e una formazione specifica. 
Per i Preposti la formazione prevista è quella per i lavoratori da integrare con una formazione particolare di minimo 8 ore. 
La formazione dei Dirigenti è articolata in 4 moduli e costituisce credito formativo permanente. 
commenti (0)

Gestione dell'energia: pubblicata la UNI CEI EN ISO 50001

Lo scorso dicembre 2011 è stata pubblicata della norma UNI CEI EN ISO 50001 "Sistemi di gestione dell’energia – Requisiti e linee guida per l’uso" in lingua inglese, alla quale seguirà la traduzione in italiano. La pubblicazione della ISO 50001, che va a sostituire la preesistente UNI CEI EN 16001:2009 ritirata lo scorso ottobre, dovrebbe portare un nuovo significativo aumento delle certificazioni dei Sistemi di Gestione dell’Energia, già avviato dalla EN 16001. 
commenti (0)

ESSELUNGA - Condannata riferimento 23pagina/01

Esselunga ha risparmiato sulla sicurezza e questo è costato la vita a Claudio Birolini, il 45enne che il 26 ottobre 2009 è rimasto schiacciato dal camion che doveva scaricare nel supermercato di via Washington. Per questa morte la Spa ha patteggiato 223mila euro di pena pecuniaria in riferimento a quanto contenuto nel D.Lgs. 23pagina/01, mentre il vice presidente con delega alla sicurezza Paolo De Gennis e il responsabile della direzione logistica Aldo Botta un anno di reclusione con la condizionale, così come Filippo Capozi, il legale rappresentante dell’omonima ditta di autotrasporti per il quale lavorava la vittima.
 
Le pene concordate con il pubblico ministero Francesca Celle tengono conto dell’attenuante del risarcimento per un totale di un milione e 360 mila euro versato da Esselunga e Capozi in via stragiudiziale ai famigliari della vittima, che hanno ritirato la loro costituzione come parti civili. I patteggiamenti sono stati accolti dal giudice per l’udienza preliminare Andrea Ghinetti che ha inoltre rinviato a giudizio altri quattro dirigenti Esselunga. Rigettata infine la richiesta presentata dalla Cgil di costituirsi parte civile in qualità di sindacato che tutela i lavoratori.
 
 
commenti (0)

Semplificazione e certificazione: la Qualità alleato dello Stato

Il pacchetto 'Semplificazione e Sviluppo' dell'attuale Governo (GU n. 33 del 9-2-2012 - Suppl. Ordinario n.27) prevede l'emanazione di regolamenti volti, tra l'altro alla "soppressione di controlli sulle imprese in possesso di certificazione ISO o equivalente, per le attività oggetto di tale certificazione", oltre all'emanazione entro la fine del 2012 di uno o più regolamenti per stabilire, tra l'altro, la "sostituzione delle procedure autorizzatorie ambientali con autocertificazioni per le imprese in possesso di certificazioni UNI EN ISO 14000 o EMAS, con riferimento alle attività oggetto delle certificazioni medesime, e per gli interventi in aree ecologicamente attrezzate". Il Governo italiano sta confermando di voler aiutare le imprese a rendere più semplici e rapide procedure e autorizzazioni e di credere nel sistema della certificazione sotto accreditamento.
commenti (0)
Epicentro Italia